Skip to content
Wednesday, 2 May , 2007 / NickPolitik

Scomunicalo! Scomunicalo!


Caro Benedetto XVI,

ritengo che dopo le gravi minacce alla libertà di parola gridate ieri 1 maggio in piazza San Giovanni da quell’Andrea Rivera, dopo la sua evidente approvazione nei confronti di chi nega la vita (quello sporco egoista di un Welby), sia necessario un Suo intervento ex-cathedra per scomunicare tutti coloro che osano porre in dubbio il Suo santo operato. Ha sopportato fin troppo gli affronti mediatici di personaggi da avanspettacolo e di laicisti sfegatati! Come si permettono di ridicolizzare o porre in dubbio la bontà della Sua azione pontificia? Quindi, formalmente, appoggio Sua Santità e La sostengo fino in fondo, finchè tutti questi vili strumenti di Satana siano stanati e messi fuori uso. Non si preoccupi dell’eventuale impopolarità di un gesto forte e deciso (anche se non credo che una tale meraviglia possa risultare impopolare, visto che il suo predecessore ha spalancato le porte alla Verità, che solo la Chiesa Cattolica custodisce)!

Distinti saluti

Un paraculo… ops… da oggi sono “terrorista

14 Comments

Leave a Comment
  1. NickPolitik / May 2 2007 3:02 PM

    Guardate, è da un po’ di tempo che sento odor di scomuniche; sono quasi in ansia di vedere la prima scomunica eccellente. Personalmente ritengo che sia più violenta la parola “terrorista” che un semplice luogo comune, cioè quello che la Chiesa Cattolica non si sia mai evoluta (opinione per certi versi discutibile).

  2. ermes / May 2 2007 3:16 PM

    Eccoci…

    Legge pro aborto, scomunica ai politici – dal Corriere della Sera on line 30.04.07

  3. ermes / May 2 2007 3:17 PM

    D’altronde, non ricordi?

    Sono delitti, non diritti – intervista di Alberto Bobbio al Cardinale Alfonso Lopez Trujillo, Famiglia Cristiana 02.07.06

  4. Iperione / May 2 2007 3:18 PM

    A me sembra l’ovvia conseguenza del polpettone che per l’ennesimo 1°Maggio offre l’ennesimo solito spettacolo. Certo, se ogni tanto qualcuno riuscisse a capire qual è il giusto contesto per esprimere la propria libertà d’opinione…
    Con tutto il rispetto per la coppia Cappato-Rivera, a me sembra che ogni tanto si corra il rischio di vendersi anche i congiunti più prossimi, pur di trascinare le proprie bandierine…

  5. ermes / May 2 2007 3:43 PM

    Iperio’, com’è possibile che anche stavolta concordo con te?? Dangerous!

    Ci troviamo sempre e comunque in mezzo a due fuochi… da una parte, il fuoco ad artificio (ad arte fatto) dei violenti che si straccian le vesti perché qualche coscienza scappa alle loro reti da strascico; dall’altra, il fuoco a salve dei figli dei figli dei fiori che parlano sempre e sempre su tutto, per non lottare mai su nulla e mai per alcuno…

    Al TG3 (non ad altro telegiornale!!!!) Piergiorgio Welby indirizzò una lettera stupenda poco prima di lasciarci: una lettera sconosciuta, cari demoggggratisci, bbbbroghessisti, anarcoidi, rivoluzionari e rivoluzionisti de sinistra “radicale”!!!! Una lettera le cui parole avrebbero determinato credo fin da subito, se solo fatte conoscere a dovere e non come una dichiarazione di un Mastella o Diliberto qualunque, un cambiamento incredibile, e in un batter di ciglia!, di questo povero e continuamente vessato Paese:

    “Dalla mia prigione infame – diceva Welby -, da questo corpo che – per etica, s’intende – mi sequestrano, mi tornano alla memoria le lettere inviate alla… “politica” da un suo illustre, altro, “prigioniero”: Aldo Moro. Pagine nobili e tragiche contro gli uomini di un potere che aveva deciso di condannarlo (anche lui per etica, naturalmente) a morte certa, anche lui ad una forma di tortura di Stato, feroce ed ottusa. Quelle pagine non potrei farle mie. Anche perché furono perfette, e lo restano.
    “Un pensiero, ancora, un interrogativo, un dubbio: dove sono mai finiti per tanti “credenti” Corpo mistico e Comunione dei Santi?
    “Comunque Addio, Signori che fate della tortura infinita il mezzo, lo strumento obbligato di realizzazione o di difesa dei vostri valori! Chi siano (e in che modo) i morti o i vivi che rimarranno tali quando saremo tutti passati, non sappiamo, né noi né voi.
    “Io auguro a voi ogni bene. Spero davvero (ma temo fortemente che così non sia), spero davvero che questo augurio vi raggiunga, si realizzi, perché questo “voi” oggi manca anche a me, anche a noi altri.”

    Se solo si cominciassero a raccoglier firme su una proposta di referendum – o che altro infine sia – per la legalizzazione (non la liberalizzazione… libere, senza controlli temo lo siano già oggi) delle pratiche eutanasiche… Ma i demogggratisci, i TG3, i broghessisti, i Presidenti delle Camere hanno altro da fare, hanno altro da straparlare, altro da canticchiare…

    (Scusate le banalizzazioni.)

  6. Paolo / May 2 2007 5:41 PM

    Appoggio in pieno Andrea Rivera. Chiederei se potessi a sua maestà benedetto XVI re d’italia perchè mai se parlano loro nascondendo i loro dictat sottoforma di “consigli obbligatori” mentre se esprimiamo noi le nostre opinioni è terrorismo? misteri della fede?

  7. NickPolitik / May 2 2007 6:57 PM

    Ovviamente non ci si poteva aspettare altro dal concerto del 1 maggio. Il disgusto per la demagogia che viene fuori da tale evento è stato mascherato dall’orrore per la violenza degli esponenti vat-alebani. Concordo con Iperione.

  8. Iperione / May 2 2007 7:10 PM

    …a cui va sommata la violenza di alcuni “figli del Che” nei confronti dell’ on. Mario Segni:

    Corriere della Sera – Roma, insulti e urla contro Segni

  9. ermes / May 2 2007 10:05 PM

    Nihil novi sub sole:

    Il Vaticano: “Eutanasia e aborto sono terrorismo dal volto umano” – Andrea Tornielli, Il Giornale 24.04.07

  10. NickPolitik / May 2 2007 10:19 PM

    Riguardo alla scomunica contro chi abortisce, chi aiuta ad abortire e chi fa le leggi pro-aborto in Messico: se non ho letto male, sembra che i medici non possano esprimere il loro dissenso all’aborto tramite l’obiezione di coscienza (entro i 12 mesi in cui è consentito l’aborto). Poveri medici: se praticano l’aborto vengono scomunicati, se non lo praticano per ragioni morali o religiose violano la legge.

    Riguardo all’articolo su Segni: caro Iperione, c’era da aspettarselo! Il fatto è che non mi aspetto violenza da una istituzione religiosa che predica l’amore per il nemico… oddio, anche i figli dei figli dei fiori forse credono in “fate l’amore non la guerra”.

    Si riempiono la bocca di “pacifismo”, e poi? Ho terrore nel dirlo, davvero tanto, ma a me sembra che Vat-alebani e figli del Che siano solo una Grande Chiesa, quella degli ipocriti. Non sono nessuno per giudicare, me ne rendo conto, ma questo è quello che appare. Dicono, dicono, dicono, di amore, di pace… e poi? Nel concreto vedo molta violenza, la stessa che ripudiano.

    Tocca a noi!

  11. salpetti / May 3 2007 1:17 AM

    Oggi, l’Osservatore romano dice a proposito delle parole di Rivera che “anche questo è terrorismo”. Mi sembra eccessivo parlare addiruttura di terrorismo, in fondo sono state dette cose che pensava la maggior parte della gente presente in piazza (forse l’Osservatore romano può avere ragione quando dice che si è trattato di un “piccolo comizio”), ma da qui ad arrivare a dire che “è terrorismo lanciare attacchi alla Chiesa”, mi sembra un pò esagerato.

    Tutto ciò mi fa pensare, tra gli altri, a Giordano Bruno che fu bruciato sul rogo perchè era un terrorista in quanto diceva cose non perfettamente combacianti con quelle della Chiesa (le parole della Santa Inquisizione non furono queste, ma il senso sì ). Ovviamente Andrea Rivera non nemmeno lontanamente paragonabile al grande pensatore Nolano, ma il principio è lo stesso.

    Non bisogna dimenticare, inoltre, che l’attuale Papa fino a prima di diventare Benedetto XVI era prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, ovvero la forma moderna dell’Inquisizione.

    Se il tribunale del Sant’Uffizio e gli organi principali della Chiesa cattolca odierna la pensano allo stesso modo, non è che ha ragione Rivera quando dice che la Chiesa in realtà non si è mai evoluta!?

    Chi può dirlo? ;-)

    salpetti.wordpress.com

  12. Iperione / May 9 2007 11:23 AM

    Ecco cosa si è detto in Commissione di Vigilanza RAI il 2 Maggio 2007:

    2 Maggio 2007 – Sui Lavori della Commissione

  13. ermes / May 9 2007 11:51 AM

    Oh Iperion, mille grazie per la determinazione: credo pochi altri documenti sian così lampanti nel dire la totale schizofrenia che vive il nostro Paese.

    A parte le professioni di fede e gli ennesimi salamelecchi e genuflessioni del piissimo e devotissimo e allarmatissimo e terrorizzatissimo Landolfi, ciò che colpisce, ciò che dà il senso dello scandalo è venire a conoscenza delle spese sostenute da MammaRai per acquistare i diritti di trasmissione del concertone del 1° maggio: ottocentomila euro, solo di diritti ottocentomila euro!

    Quante borse di studio, quanti Phds, quanti programmi di ricerca si potrebbero finanziare se Viale Mazzini si ponesse come investitore privato per le università… Meglio, molto meglio, la solita abbuffata di luoghi comuni, comunisti e comunardi; meglio, sempre meglio propinare a tutti e comunque la solita sbobba di panem et circenses…

  14. ermes / May 5 2008 2:52 AM

    From The Economist Print Edition:

    Obituary: Alfonso López Trujillo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: