Skip to content
Friday, 5 October , 2007 / Iperione

“Bamboccioni” a chi!?


Il nostro illustre cattedratico accademico ministro dell’Economia “TPS”, pare si sia svegliato di buon umore nella giornata dell’audizione “davanti alle Commissioni di Camera e Senato”.

Come è già accaduto in passato, anche questa volta si rimane quasi senza parole dinanzi alla disarmante semplicità di certa classe dirigente. Anche stavolta col sorrisetto dell’ironia qualcuno ha pensato di schiaffeggiare milioni di storie, tutte diverse; milioni di vite e di motivazioni, di perche’, di ansie, di paure che nascono da un sistema, da un Paese che non solo appare socialmente fermo, ma inizia pericolosamente a fare passi all’indietro (questi due articoli sarebbero teoricamente collegabili, perchè se la “poverta’ e’ associata a bassi livelli di istruzione” non pare un buon segnale il monito della UE sulla performance scolastica italiana di cui al secondo articolo).

Così ci si ritrova a dar ragione alla capogruppo dei Verdi-Pdci (PDCI!!!!), che “evidenzia l’evidente”. Così tanti seguono il nuovo messia-Grillo (spero almeno in modo critico, ma ho dei dubbi in proposito) su qualunque strada, anche la più illogica (vedi i limiti di eleggibilità, roba che nemmeno i bolscevichi…; oppure vedi la presunta certificazione “grillesca” per le liste civiche). Così tanti “ggiovani” sono a casa, nonostante lavorino, nonostante abbiano una certa indipendenza, al contrario di quello che pensa il nostro on. moralista dell’Economia.

E, ironia nell’ironia, qual è la soluzione proposta? Pioggia di quattrini farcita con la solita discriminazione italiota fra fasce d’età, già applicata per le borse di studio, per l’accesso ai corsi post-laurea, per i concorsi, pubblici e non. La solita “burocratizzazione degli individui” che pare tanto piaccia nella nostra bella Italia. La solita sottile linea che NESSUNO osserva e NESSUNO denuncia. In questo caso addirittura sono stati ricompresi i trentenni (la fascia in questione è compresa fra 20 e 30 anni): e se uno ne ha 31? Oppure 30 e 1 settimana? “Bamboccione più de’ bamboccioni”, direbbe “TPS”, “quindi va’ al diavolo!”.

E questa è la macelleria che ogni giorno vedo, la mattanza che ogni giorno si vive; nel silenzio e nell’indifferenza, nell’apnea che lentamente uccide quegli sventurati “bambocci”.

Advertisements

8 Comments

Leave a Comment
  1. Tony Interlocutory / Oct 5 2007 9:42 AM

    Record europeo…

  2. Oggi sono uno stupido / Oct 5 2007 5:03 PM
  3. Tony Scandalizzaty / Oct 5 2007 5:43 PM

    Continuo a chiedermi come riesca a scrivere sul primo giornale d’Italia la gioiosamente inutile penna di Maria Laura Rodotà…

    Poi penso che effettivamente il Corsera è strapieno di bamboccioni del suo livello

  4. Tony Rassegnaty / Oct 8 2007 3:29 PM

    Corsi di recupero per il prof., please!

    P.S.: già un anno fa, peraltro, parole al vento…

  5. Jean Masot / Oct 8 2007 7:24 PM

    Aprendo le finestre, piuttosto

    (Versione italish)

  6. Anch'io oggi sono uno stupido / Oct 8 2007 7:50 PM

    “Cinquantamila di loro sono entrati quest’anno a scuola dalla porta principale: docenti di ruolo, ma senza concorso”.

  7. davy / Nov 18 2007 5:33 PM

    L’ultima esternazione di TPS ha dell’incredibile! Troppo facile esprimere epiteti per chi come lui non immagina minimamente quanto complesso sia trovare un impiego dal stipendio decoroso o perlomeno accettabile.

  8. Eva Soccomb / Mar 19 2009 12:14 PM

    Impietoso articolo di Lorenzo Salvia sul Corrriere: paradossalmente, dieci anni or sono si era un secolo avanti…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: