Skip to content
Friday, 3 October , 2008 / Iperione

“La scomparsa del buon senso”…


Voglio usare, come fosse uno specchio, il titolo dell’articolo a firma Giovanni Sartori che compare oggi sul Corriere della Sera.

Come traspare dalle parole di Ermes, ci sarebbe da dare ragione al prof.Sartori – almeno per cio’ che riguarda l’affermazione contenuta nel titolo – ma, temo, solo in un senso che includa anche lui…

Sull’Alitalia, credo ormai ci sia ben poco da dire. Si puo’ convenire sulla pre-potenza di certi sindacati, sui danni provocati da alcune posizioni di rendita e di potere di certe categorie (ed io non sono affatto un simpatizzante dei sindacati collettivi di ordine nazionale); non credo si possa pero’ dimenticare di citare che il salvataggio di Alitalia sia stato poco trasparente, affidato ai “soliti” nomi del “solito” cerchio di potere nazionale (politico ed economico); che si sia appoggiato su clamorose intermediazioni politiche, da parte di alcuni dei poteri piu’ rappresentativi della Repubblica Italiana.

Ne’ credo si possa obiettare che l’Alitalia continuera’ a soddisfare, in un modo o nell’altro, la sua voracia, proprio grazie alla mala fede ed alla mancanza di buon senso dominanti nella forma mentale, sociale, filosofica, economica e politica del paese Italia.

Non credo ci sia, quindi, da meravigliarsi quando si legge che gli ammortizzatori sociali per il personale Alitalia saranno pagati, in parte, dagli stessi viaggiatori.

Ancora: la supposta crisi USA-Russia. Ma perche’ il fabbisogno di petrolio di Europa e Stati Uniti finisce per obnubilare i nostri pensatori? Leggendo Sartori sembra quasi che, in virtu’ della nostra supposta dipendenza dal petrolio sovietico, sia normale dover accettare ed assecondare qualunque capriccio provenga dal Cremlino. Anzi, gli errori strategici iniziano quando ci si permette di indispettire Putin e la sua Russia, come pare abbia fatto il solito, incapace, intollerabilmente ed irrimediabilmente disastroso Bush.

Ma e’, questo, “buon senso”? E’ lecito, tollerabile, soddisfare la propria sete di petrolio, bevendo dal calice della sopraffazione, della prepotenza, dell’autoritarismo; diventando omertosi testimoni, ed infine complici di chi cerca – anche con discreto successo – di diventare il nostro burattinaio? Bisognerebbe chiederlo al prof. Sartori, che, invece, sembra piu’ preoccupato di conservare un certo livello di sicurezza e di ordine; piu’ preoccupato che non venga urtata la suscettibilita’ del presidente Putin, evidentemente vittima del poco buon senso dell’Amministrazione Bush.

Ovviamente nessuna parola sul servilismo con il quale alcuni paesi europei collaborano con il nuovo zar di russia: devo dedurne che in questo risieda maggiore buon senso?

4 Comments

Leave a Comment
  1. fabristol / Oct 3 2008 3:26 PM

    Certo che pero’ dal Sartori non mi sarei mai aspettato il toscanismo “punto”, quando parla dell’Europa che non ha punto. Punto che? Punto e a capo? ah ah ha ;)

  2. Guido Lapollo11 / Oct 3 2008 5:56 PM

    Dibattere con un professorone che disquisisce dal pulpito del giusto pensare;

    tentare di dialogare con un accigliato conoscitore di cosa siano le cose sensate, l’insensatezza, il dementismo, il finito buonsenso;

    provarsi a discutere con la presuntuosa saccenza che si fa persona, e sostiene di intuire alla perfezione la realtà dei fatti, la realtà della forza delle cose;

    azzardare uno scambio di battute con chi crede di divertire notando che il potere logora anche l’intelligenza delle donne;

    ecco, anche il semplice cercare di scambiare parola con tale antisocratico cattedratico, sarebbe come ambire a interloquire con l’oracolo di Delfi o la Sibilla cumana!

    Poveri tronfioni di corte (e cioé d’accademia…) come vi siete ridotti (o siete sempre stati…)

  3. Off Topic / Oct 3 2008 6:05 PM

    NVNTIVM SICVT CARTHAGO.
    Check the funny, updated video section of Web and Crazy!

  4. Ivo Zanicco / Oct 5 2008 4:52 PM

    Come mai non hai catalogato il post nella sezione Medieval?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: