Skip to content
Tuesday, 13 January , 2009 / NickPolitik

L’origine del NICKname


Qualche anno fa, per assonanza col mio nome in inglese, nacque il mio nickname “NickPolitik”. Voleva essere anche una specie di autocelebrazione narcisistica. Fece notizia (e che notizia!) il f[a/u]moso  programma RockPolitik di Adriano Celentano. Il mi-dico-ignorante-così-socraticamente-vengo-riconosciuto-come-sapiente presentatore/cantante/attore Adriano si sollazzava nel considerare il mondo e gli avvenimenti come divisi in due fazioni contrapposte e inducendo i telespettatori a riflettere, assopirsi, ubriacarsi con la sua morale. Quasi la sua fosse l’alternativa che nessuno aveva mai prospettato prima. Con questa visione da Prometeo meneghino prezzava (come fanno i commessi di un supermercato di alimentari) tutto e tutti con due soli possibili valori: rock e lento. Ovviamente “rock” era tutto ciò che era cosa buona e giusta.

Nel mio estremo narcisismo (a cui ho già accennato), sostituivo la parola Rock con Nick, quasi fossero interscambiabili, due facce della stessa medaglia. IO ERO ROCK (e lo sono!). Ovvio che non condividevo (e non condivido) il resto dell’apparato assolutisticamente impregnato di grettezza del nostro Adriano.

E oggi leggo l’intervento di Sua Sapienza sul Corriere della Sera (e te pareva? dove, se non lì?):

L’intervento Una riflessione di Adriano sul sabato sera italiano mentre a Gaza è l’inferno

Celentano: noi nel bunker davanti alla tv

«Ballando con Milly e con le stelle per non pensare alle scene di guerra»

Brava Milly, il tuo «Ballando con le stelle» è una nostalgica boccata d’aria di pace che ci distoglie, sia pure per poche ore, dalle grida di dolore che ci arrivano dall’eterno conflitto tra la Palestina e Israele. Ecco cosa provavo nel guardare il tuo spensierato spettacolo che con tanta bravura hai condotto e messo a punto con accurata precisione.

 

Un sano divertimento mischiato a un senso di nostalgia come quella che provavano i soldati americani al fronte, dove di tanto in tanto gli veniva concesso di distrarsi dalla morsa della guerra, con uno spettacolo di varietà e di belle donne appositamente organizzato per loro. Brevi attimi di respiro dunque, per un’Italia nel bunker, decisa a non voler pensare (finché si balla) a chissà quali tragedie leggeremo l’indomani sulla striscia di Gaza. Ma per quanto gradito e frizzante appaia il tuo spettacolo, certo non è facile estraniarsi del tutto, come invece hanno fatto per decenni l’Europa e l’America.

Ma non volevo pensarci, ora siamo nel bunker al sicuro, mi dicevo, e dobbiamo goderci lo spettacolo. Ma l’ostentato buonismo fuori luogo del simpatico Sposini nel dare il voto ai concorrenti, mi faceva tornare alla mente l’Europa e l’America che non è certo per buonismo che loro invece se ne lavavano le mani dell’eterno conflitto fra i due popoli. Specialmente dei palestinesi, senza una patria i cui confini sono andati smarriti durante l’insediamento degli ebrei. Un insediamento che pur se ottenuto con la violenza ha avuto, a torto o ragione, il riconoscimento di tutte le nazioni per l’immane tragedia subita dai nazisti durante l’olocausto. Un gesto probabilmente dovuto agli ebrei, che così tanto han sofferto e non avevano un posto dove stare.

Ma come sempre accade, anche in quella circostanza il mondo si dimenticò e continua a dimenticarsi sempre dei più deboli. E non è difficile pensare che tali dimenticanze solitamente avvengono perché i più deboli non hanno soldi. E allora come si risolverà pensavo: i palestinesi hanno ragione, ma anche gli ebrei non hanno torto. Però ci sono più di ottocento morti di cui la metà sono civili, donne e bambini. Mi piacerebbe sentire il parere di questi ottocento morti. Loro senz’altro lo sanno di chi è veramente la colpa di tutta questa tragedia. E senz’altro ora conoscono anche il modo di come risolvere il contenzioso fra i due contendenti. Ma non possono parlare. Perché sono morti.

Cercavo una risposta a tutto questo, anche provvisoria ma era troppo difficile, come difficili erano i

 

passi sgangherati di Andrea Roncato, senza una direzione proprio come l’Europa e l’America. Per non parlare della Cina e la Russia. Loro ballano un altro tipo di danza. Quella del potere e del profitto ad ogni costo per i quali non basta più passare sul cadavere della madre. È molto più vantaggioso schiacciare la madre quando è ancora viva. Ma non voglio pensarci, mi ripetevo. Preferisco guardare Andrea che balla come un macellaio, in fin dei conti lui pesta il parquet solo per dimagrire, e poi l’importante è mettersi in gioco di fronte a una giuria apparentemente severa ma comunque tendente al giusto, anche se a mio parere, dal punto di vista spettacolare avrebbe dovuto vincere la serata Corinne Clery, per la sua sexi spumeggiante allegria che ha versato nel primo ballo. Aveva fatto qualche errore sì, ma durante l’esibizione aveva messo a segno due o tre movimenti che offuscavano la piccola imprecisione. Brava Corinne! Ma più brava ancora è stata Milly!…

Adriano Celentano
13 gennaio 2009

A questo punto il “cilicio d’oro” mi verrà ricordato anche dal mio nickname. IO SONO CILICIO.

5 Comments

Leave a Comment
  1. Iperione / Jan 13 2009 1:42 PM

    Veramente sono piu’ rock i Deep Purple, i Metallica, Jimi Hendrix, gli Aerosmith, ecc.

    Quando torno ti porto un distorsore…

  2. Carinick / Jan 13 2009 7:47 PM

    Ma sta’zitto, al massimo tu sei Sand Rock.

  3. Rio Momemettopu / Feb 7 2009 9:12 PM

    Berlusconi è rock, Napolitano, non lo dico ma lo penso, è lento.

    Che schifo!

  4. tecnik / Oct 23 2009 8:11 PM

    due modi diversi per cuccare:
    1- The insulting Librarian
    2- The Scarecrow

  5. Misoginik / Oct 26 2009 2:13 PM

    Per veri misogini

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: