Skip to content
Thursday, 18 March , 2010 / NickPolitik

Psicologicamente stanchi


Qualche giorno fa, a proposito della situazione italiana, qualcuno ha detto: “Un mondo al contrario dove il fascista è la norma democratica e il liberale democratico è il cancro da estirpare.”

E’ di oggi la notizia che Aldo Busi è stato radiato da tutti i programmi RAI. Il motivo risiede nelle cose che ha detto durante il reality-show L’Isola dei Famosi. Mi vergogno non poco a proporvi degli estratti della trasmissione. Credo che però valga la pena guardarli. A me sembra che Aldo Busi, con la sua intenzione estetizzante, si sia davvero divertito ad irridere questo decadente paese (che non merita la maiuscola P) e a mostrarne di colpo senza veli, senza filtri, le sue evidenti oscenità.

Potrebbe sembrare fuori luogo il suo sentirsi offeso quando qualcuno lo etichetta come “psicologicamente stanco”. Invece, egli ha fatto più che bene a ribattere, a ribellarsi a quell’invito arrogante e prepotente ad arrendersi di fronte al pensiero bieco, arraffone, infimo, perbenista, dominante, gretto, semplicista, tradizionale, de’ noartri. Egli non è stanco, combatte; e si è preso pure lui una “scomunica”. Ha ottenuto il suo premio. Il premio di chi combatte, combatte, combatte senza violenza e alla fine vince perché l’avversario lo percuote per mancanza di controargomenti.

Fino a ieri per me era un buffone questo Aldo Busi, un altro Vittorio Sgarbi, l’ennesimo Cecchi Paone. E invece la sua provocazione è fatta di storia, di idee, di politica, di diritti umani, di libertà.

Civetteria, autoerotismo intellettuale, questo quel che appare come crosta rinsecchita del nostro. E poi si scorge un nucleo di idee liberali, anticlericali, socialiste. Con gli artigli si è preso il suo spazio di visibilità per poter ricordare a tutti che esistono altri contenuti, altri spettacoli. Durante un programma di liti tra comari, ha ricordato che c’è stata in un preciso anno del passato la Rivoluzione Francese. Non è stato un inutile sfoggio di cultura il suo, ma un grido di disperazione per il livello basso a cui è arrivata la nostra cultura.

Non condivido tutto quel che ha detto, ma sicuramente ha il merito di aver mostrato la grettezza del nostro sistema.

4 Comments

Leave a Comment
  1. Iperione / Mar 19 2010 10:37 AM

    Anticlericali d’altri tempi e d’altra pasta…

    Notizie Radicali – Salvemini Anticlericale. Ma… (*)

    (*) tratto da il Foglio

  2. fabristol / Mar 19 2010 9:27 PM

    “Fino a ieri per me era un buffone questo Aldo Busi, un altro Vittorio Sgarbi, l’ennesimo Cecchi Paone. E invece la sua provocazione è fatta di storia, di idee, di politica, di diritti umani, di libertà.”

    Aldo Busi è uno dei pochi intellettuali rimasti in Italia. Roba d’altri tempi. Non ho ancora letto i suoi libri ma sono unanimamente riconosciuti come piccoli capolavori del novecento.

  3. Giardia / Jul 7 2010 4:53 PM
  4. Eva Rimugin / Jul 7 2010 10:37 PM

    Indimenticabile il rivolgersi del sindaco Emiliano allo scrittore Grossman, un paio di edizioni fa: “Dòvideeeeeeeeee, tanto la gente lo sa che io amo la banalità…”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: