Skip to content
Wednesday, 16 June , 2010 / NickPolitik

Combattere le mafie


Non si può ignorare la presenza di questi due articoli su Repubblica a distanza di un giorno, senza accostarli, senza rilevare opposizioni di idee e proposte, senza dimenticare chi dei due è in una posizione di forza e potere, senza rimanere un attimo frastornati… per poi lasciarsi cadere le braccia lungo i fianchi:

One Comment

Leave a Comment
  1. Baccador / Jun 16 2010 12:45 PM

    1.”Sono sicuro che molti cittadini la pensano come me” – purtroppo è vero, mi capita spesso di ascoltare persone, soprattutto quelle un po’ più in là con gli anni, che dicono le stesse cose.
    2.”Non è certo augurandosi il suicidio degli autori di gravissimi reati che si tutelano le vittime e si garantisce rispetto della legalità”. – Concordo a pieno, però bisognerebbe fare qualcosa in più per garantire la certezza della pena perché, secondo me, su questo punto c’è molto da lavorare, c’è molta carenza.
    Si potrebbe cominciare dall’adeguare in maniere, un po’ più coscienziosa, le pene ai reati e magari si potrebbero eliminare alcune attenuanti davvero ridicole come “si è difesa e lo ha istigato alla violenza” (attenuante dato ad uno stupratore) …

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: